– ROMA – La crisi di governo è entrata a Palazzo Madama con la conferenza dei capigruppo che ha deciso a maggioranza di convocare l’aula per domani alle 18 per decidere sul calendario delle procedure.Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte dovrebbe invece intervenire a Palazzo Madama il 20 agosto. Ma serve domani la conferma del Senato. Come  la presidente del Senato Elisabetta Casellati aveva avvertito: se in capigruppo dovesse registrarsi uno scontro e un conseguente stallo, sarà l’Aula ad avere l’ultima parola: “La convocazione dell’Assemblea, nell’ipotesi in cui il calendario dei lavori non venga approvato in capigruppo all’unanimità, non costituisce forzatura alcuna, ma esclusivamente l’applicazione del regolamento”, afferma Casellati. “L’art. 55, comma 3, prevede infatti che sulle proposte di modifica del calendario decida esclusivamente l’Assemblea, che è sovrana. Non il presidente, dunque”, aggiunge, sottolineando che il “rispetto delle regole” è a “garanzia” dei cittadini. ” –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)