– TRIESTE – Questa edizione della Barcolana 2019 si porta dietro la scia di dolore per i due agenti uccisi nella Questura di Trieste e la gente di mare rivolgerà a loro un pensiero. Domani 13 ottobre saranno oltre 800 le imbarcazioni a scendere in acqua per questa competizionee che in 51 anni è diventata una delle più affascinanti regate veliche del mondo.A difendere il titolo saranno i Fratelli Benussi, Furio e Gabriele vincitori di tre edizioni. I Benussi gareggeranno con il 100 piedi Wild Thing uno dei più veloci Maxi mai costruiti. Il team ha un progetto quadriennale di regate offshore tra cui 151 Miglia, Palermo Montecarlo, Giraglia, Middle Sea Race e Sidney-Hobart.La presenza femminile alla gara triestina è assicurata dall’equipaggio che aveva già partecipato  alla Volvo Ocean Race. Un team di stelle della vela olimpica con al comando la triestina Francesca Clapcich.Ecco come sarà il percorso della Barcolana51, che presenta delle novità rispetto alla precedente edizione. Si tratta di un quadrilatero a vertici fissi posizionato nel Golfo di Trieste, della lunghezza totale di 13 miglia nautiche. La partenza è fissata alle ore 10.30 e la linea è posizionata tra Barcola e Miramare; si procede per 210 gradi, per  4,3 miglia nautiche, fino a raggiungere la prima boa, quindi segue un disimpegno di 0,90 miglia, per 332 gradi. Da Boa 2 a Boa 3, al largo del Castello di Miramare, si naviga per 4 miglia, quindi si torna verso Barcola, lungo la costa, per 2,3 miglia. Al largo del Faro della Vittoria inizia la fase finale della regata, che conduce gli equipaggi all’arrivo: si naviga per  160 gradi fino a raggiungere, dopo un miglio e mezzo, la Diga del Porto Vecchio, dove, di fronte alla piazza dell’Unità, è posizionato l’arrivo della regata. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)