– PARIGI – Per la compagnia aerea francese Aigle Azur che la scorsa settimana aveva presentato istanza di fallimento, sono arrivate 14 offerte d’acquist. Ma la lotta per rilevare il controllo di slot, aerei e personale del vettore, sembrerebbe limitata solo ad Air France e easyJet. Questo è quanto emergerebbe dall’apertura delle buste con le manifestazioni d’interesse. La seconda compagnia aerea francese ha come base l’aeroporto di Parigi Orly e il suo core business è nei voli tra la Francia e l’Algeria.  Aigle Azur lo scorso anno aveva trasportato 1,9 milioni di passeggeri generando un giro d’affari di circa 329 milioni di euro. Da venerdì scorso, però, la compagnia ha cancellato tutte le operazioni lasciando a terra più di 19mila passeggeri.
Secondo le prime indiscrezioni easyJet avrebbe fatto un’offerta per rilevare in toto la compagnia francese, mentre Air France ha proposto un aumento di capitale di circa 15 milioni di euro e la volontà di assumere il 70% dei dipendenti (circa 880, quindi, dei 1.150 impiegati dal vettore francese). Sembra fuori dai giochi, invece, la holding anglo-spagnola Iag che era in lizza tra i possibili pretendenti con l’obiettivo di rinforzare la compagnia Vueling.

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)