– TORINO – il match Juve-Napoli che si giocherà il prossimo 31 agosto parte con il piede sbagliato. La società torinese ha deciso di limitare la prevendita dei biglietti escludendo i tifosi residenti in Campania. I biglietti saranno in libera vendita da domattina. Del divieto, come spiega la società sportiva sarebbe stato informata la Questura a mezzo pec.Si tratta di una forma di prevenzione in attesa che l’Osservatorio stesso dirami le proprie disposizioni (dovrebbe farlo dopo Ferragosto) per una gara da sempre considerata a rischio. La Questura in mattina ha fatto sapere di “non aver mai concordato tale decisione con la società sportiva né intende condividerla” ma la Juve ha diffuso una nuova nota precisando che le “restrizioni sono state comunicate, tramite Posta Elettronica Certificata, agli uffici competenti in data 4 agosto alle ore 16” e che “le modalità di vendita dei tagliandi potrebbero subire variazioni, anche sostanziali, solamente a seguito delle determinazioni dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, che non si è ancora riunito”.Intanto la questione come era prevedibile sta alimentando i post sui social domandandosi se l’allenatore della Juve potrà sedersi in panchina vista la sua origine campana. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)