– MASCATE (OMAN) – Due petroliere hanno subito un attacco in tarda mattinata mentre si trovavano nel golfo dell’Oman, fra le coste dell’Iran e del sultanato. Una delle petroliere  in evidente difficoltà sarebbe stata soccorsa da una unità americana. Le prime notizie parlano di «esplosioni a bordo», spiegando che probabilmente la causa è «un siluro». Una delle due navi, la Kokuka Courageous diretta da Singapore all’Arabia Saudita, ha subito uno squarcio nella fiancata, per fortuna al di sopra della linea di galleggiamento. L’incidente segue quello del 12 maggio scorso, quando quattro petroliere vennero danneggiate davanti alle coste degli Emirati arabi uniti. Il prezzo del greggio, proprio dopo i fatti di quest’oggi, è salito di colpo del 4 per cento, a oltre 62 dollari al barile. –

Sorgente: PrimaPress.it

(I-TALICOM)