– ROMA – Il comitato direttivo dell’Associazione nazionale magistrati chiede le dimissioni di tutti i consiglieri del Csm, che hanno partecipato agli incontri dell’ex presidente Anm Palamara con i politici del Pd,Ferri e Lotti,sulle nomine di alcune procure, Roma in testa. Per l’Anm,quei togati “non appaiono degni delle funzioni ricoperte” e ritiene insufficienti le autosospensioni. Finora si è dimesso solo il consigliere Spina, indagato a Perugia. I consiglieri che si sono autosospesi definiscono “priva di fondamento” la richiesta di dimissioni. –

Sorgente: PrimaPress.it

(I-TALICOM)