– VIGNANELLO (VITERBO) – Celebra 20 anni la Festa dell’Olio e Vino Novello di Vignanello che si apre questo fine settimana (8-10 novembre).Una festa all’insegna dei sapori con numerosi stand dei prodotti tipici locali, ma anche della cultura, diffusa in percorsi dedicati agli antichi mestieri e visite guidate al Castello Ruspoli, ai ‘Connutti’ della Vignanello sotterranea, alla Barocca Chiesa Collegiata e agli altri luoghi più significativi di Vignanello.
VIGNANELLO (VITERBO) – Celebra 20 anni la Festa dell’Olio e Vino Novello di Vignanello che si apre questo fine settimana (8-10 novembre).
Una festa all’insegna dei sapori con numerosi stand dei prodotti tipici locali, ma anche della cultura, diffusa in percorsi dedicati agli antichi mestieri e visite guidate al Castello Ruspoli, ai ‘Connutti’ della Vignanello sotterranea, alla Barocca Chiesa Collegiata e agli altri luoghi più significativi di Vignanello.
Focolieri e giocolieri del Gruppo S. Giorgio a Soriano nel Cimino, cene di cinghiale alle Segrete del Castello, gare di musici e sbandieratori, oltre alla suggestiva rievocazione storica “La nascita della contea di Julianello”, improntata alla vicenda personale della “Lucrezia Borgia” di Parrano, Ortensia Farnese, compongono il quadro degli eventi in programma nel primo fine settimana.
Tra i momenti clou il torneo tra Musici Storici “L’Agone dell’Olmo”, a cura dell’Associazione Culturale Rinascimentale Giovanni Maria Nanino in collaborazione con la Pro loco: un’occasione durante la quale tamburi e chiarine si esibiscono, con l’ambizione di far crescere il loro gruppo, ma anche con il fine di realizzare uno spettacolo mai visto prima. Una manifestazione che nasce dalla volontà di promuovere, soprattutto tra i giovani, la tradizione dello sbandieramento e della musica rinascimentale dei tamburi con il compito ben preciso di non lasciare indietro quelle che sono le tradizioni della propria città. 
 del Novello in collaborazione col Comune di Vignanello.
e giocolieri del Gruppo S. Giorgio a Soriano nel Cimino, cene di cinghiale alle Segrete del Castello, gare di musici e sbandieratori, oltre alla suggestiva rievocazione storica “La nascita della contea di Julianello”, improntata alla vicenda personale della “Lucrezia Borgia” di Parrano, Ortensia Farnese, compongono il quadro degli eventi in programma nel primo fine settimana.Tra i momenti clou il torneo tra Musici Storici “L’Agone dell’Olmo”, a cura dell’Associazione Culturale Rinascimentale Giovanni Maria Nanino in collaborazione con la Pro loco: un’occasione durante la quale tamburi e chiarine si esibiscono, con l’ambizione di far crescere il loro gruppo, ma anche con il fine di realizzare uno spettacolo mai visto prima. Una manifestazione che nasce dalla volontà di promuovere, soprattutto tra i giovani, la tradizione dello sbandieramento e della musica rinascimentale dei tamburi con il compito ben preciso di non lasciare indietro quelle che sono le tradizioni della propria città. 

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)