Nel 2019 i cittadini romani spenderanno 335 milioni di euro in commissioni immobiliari per vendere casa

149

ROMA – Oltre 335 milioni di euro è la cifra che i cittadini di Roma spenderanno nel 2019 in commissioni di intermediazione immobiliare per vendere casa.
Da oggi vendere casa nella Capitale diventa più semplice e conveniente con l’arrivo di Dove.it, la rivoluzionaria agenzia proptech che assicura zero commissioni per chi vende un immobile e commissioni ridotte per chi acquista.
Comprare e vendere casa nel Comune di Roma potrebbe costare ai cittadini nel 2019 oltre 335 milioni di euro soltanto di commissioni alle agenzie immobiliari, considerando le oltre 33mila compravendite residenziali che si stima saranno concluse nell’anno in corso. È quanto rivelano le analisi – realizzate sulla base delle compravendite avvenute nel 2017 e di quelle previste per il 2019 – di Dove.it, l’innovativa agenzia immobiliare che arriva a Roma con la sua formula rivoluzionaria: zero commissioni per chi vende casa, commissioni ridotte per il compratore e immobili certificati da un notaio prima della vendita.

Nata dall’idea di giovani imprenditori italiani, Dove.it nel giro di pochi mesi sta cambiando il volto del settore del proptech, conquistando grandi città come Milano, Monza, Torino e Genova. Ora l’obiettivo è dare anche a Roma un’ulteriore spinta positiva al settore immobiliare che nel 2019 – secondo le proiezioni – dovrebbe vedere una crescita dell’8% delle compravendite residenziali rispetto al 2017.

“Nel primo semestre del 2019 nel Comune di Roma si attestano 16.475 compravendite immobiliari. Nella Capitale il prezzo medio al m2 di 2.678€ e dimensioni medie dell’immobile di 93m2. Il che significa un valore medio di 249.054€”, spiega Paolo Facchetti, co-founder e Amministratore Delegato di Dove.it.

“Le agenzie immobiliari tradizionali applicano commissioni di circa il 3% al compratore e fino al 4% ai venditori: considerando la quota intermediata dalle agenzie immobiliari, gli abitanti del Comune di Roma avrebbero già potuto risparmiare in questo primo semestre dell’anno oltre 200 milioni di euro. Siamo convinti – conclude Facchetti – che questa nuova formula possa dare un grande impulso al settore immobiliare, rendendolo più smart e alla portata di tutti, sia economicamente che praticamente, e migliorando l’esperienza sia per i venditori che per gli acquirenti”.

Come funziona Dove.it
Al centro di Dove.it c’è la piattaforma online: grazie a fotografie professionali, filmati e planimetrie precise della casa realizzate dal team di Dove.it, è possibile fare una vera e propria visita virtuale di ogni immobile in vendita direttamente dal computer o dallo smartphone, per visionarlo prima dell’eventuale appuntamento. Riducendo i costi di struttura tradizionali, Dove.it è così in grado di rendere il servizio completamente gratuito per il venditore (zero commissioni) e con commissioni ridotte per il compratore (a Roma 2,99%). Inoltre Dove.it è l’unica agenzia immobiliare in Italia che certifica l’immobile con il notaio prima della sua vendita.

Nonostante il forte uso della tecnologia, la figura professionale dell’agente immobiliare è presente e imprescindibile: Dove.it accompagna sia i venditori che gli acquirenti durante tutto il processo di compravendita grazie ad un team di consulenti esperti sul territorio e di notai di riferimento, dalla valutazione dell’immobile alla fase di negoziazione, passando per la ricerca del mutuo fino ad arrivare alla stipula del contratto. Per concludere la compravendita basta infine recarsi nelle sedi di Dove.it, presenti in ogni città in cui è attivo il servizio.

Una formula vincente che ha permesso a Dove.it, in pochi mesi di attività di raccogliere oltre 250 mandati di vendita di immobili di fascia medio-alta, per un valore complessivo di oltre 70 milioni di euro. Un progetto e un team di giovani di talento con esperienze all’estero, a partire dai co-founder Paolo Facchetti e Salvatore Vadacca, che hanno conquistato gli investitori, raccogliendo 2 milioni di euro di finanziamenti da parte di angel e private investor.

(I-TALICOM)