Quanto è importante il team nell’organizzazione di un’azienda

390

In un mercato sempre più professionale e competitivo nasce l’esigenza per molte aziende di modificare con una certa frequenza l’assetto organizzativo; per ottimizzare competenze e professionalità, lavorare in team rappresenta una risorsa importantissima, che consente di raggiungere e di migliorare il profitto aziendale. Prima di affrontare le potenzialità di un gruppo di lavoro ben affiatato è necessaria una premessa.
L’attuale contesto professionale italiano risulta ancora troppo incentrato sulle prestazioni individuali. L’insieme delle forze è un concetto non ancora preso in considerazione , ma valutando le difficoltà che tante realtà incontrano per rimanere competitive sul mercato, è il caso forse di iniziare a considerare con consapevolezza il cosiddetto “lavoro di gruppo”.

«Il lavoro di squadra è uno dei ‘segreti’ del successo aziendale».
Un insieme di persone, con competenze e personalità personali e peculiari, le cui prestazioni, interazioni e relazioni convergono verso il raggiungimento di un obiettivo ben preciso, comune e condiviso, costituiscono un Team. Chiaramente un team non può essere considerato tale semplicemente perché formato da un gruppo di individui .
Il funzionamento del cosiddetto team working dipende in maniera inevitabile da una serie di processi, psicologici, motivazionali e pratici. Oltre a migliorare l’efficacia dell’organizzazione il team permette una distribuzione equa del lavoro; ciò consente di svolgere il lavoro nei termini di tempo previsti. Uno dei vantaggi di natura pratica rientra anche la risoluzione di un problema che chiaramente è più semplice e rapida, se affrontata da più individui contemporaneamente. Allo stesso modo si può dire che un eventuale onere di non raggiungimento degli obiettivi, è ripartito su tutti i membri della squadra, con un conseguente minor carico psicologico (ansia, demotivazione, preoccupazione) sui singoli. Un vantaggio importante per un team è legato alla condivisione di conoscenze, metodi, competenze e abilità.
Ogni individualità porta all’interno del team la propria conoscenza; un piccolo dettaglio che incentiva il confronto e lo scambio. La condivisione migliora la qualità del lavoro, a vantaggio del gruppo stesso e conseguentemente anche della produttività aziendale.
Il successo di un progetto, a qualsiasi ambito afferisca, dipende dallo spirito di gruppo che si instaura tra gli individui coinvolti. All’interno di un team che opera in direzione di un obiettivo comune non sono in alcun modo contemplati protagonismi e ambizioni personali. L’abilità è nel riuscire ad individuare le persone giuste, a motivarle e a renderle un’entità unica che condivide una finalità ben precisa, per costruire una squadra affiatata e perfettamente ‘funzionante’.
Il team per funzionare bene ha bisogno di un leader che non ha come compito delegare e distribuire i compiti; essere leader è qualcosa di molto più complesso.
Il leader deve vestire i panni del motivatore di colui che, all’occorrenza, è pronto a collaborare operativamente, deve essere una persona disponibile ad ascoltare, al confronto e al dialogo in generale. Ogni progetto, ogni contesto e ogni settore professionale ha caratteristiche peculiari per cui la costruzione di un team non può essere generalizzata né tanto meno ridotta a un elenco di punti da seguire.
Ma tuttavia è bene seguire alcune regole generali , uno dei modelli che si possono prendere in considerazione è quello dell 5 C:
Complementary (complementare): ogni parte della squadra ha il controllo su una determinata parte del progetto. Ognuno ha delle competenze complementari, tutte utili per svolgere il lavoro assegnato;
Coordination (coordinamento): ogni gruppo, con la guida di un leader, dovrebbe agire in maniera organizzata con l’obiettivo di far avanzare il progetto, senza mai entrare in competizione;
Communication (comunicazione): la capacità di team working sta soprattutto nella capacità di comunicare al meglio tra i membri della squadra, ascoltandosi attivamente senza sovrapporsi;
Confidence (fiducia): senza la fiducia non può esistere un buon lavoro. Ogni membro del team deve avere piena fiducia nell’altro, anteponendo il successo di squadra a quello personale;
Commitment (impegno): ciascun componente della squadra deve impegnarsi a dare il meglio di se stesso e a fare ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi comuni.

Ma per rendere percorribile tutto quanto detto, è necessario avere passione per il proprio lavoro, un vero e proprio innamoramento uguale a quando incontri la donna della tua vita la madre dei tuoi figli, rispetto per l’essere umano e soprattutto divertirsi quello stesso divertimento e gioia che provavi da bambino quando ti veniva regalato un nuovo giocattolo. Il lavoro fatto solo di titoli ed etichette è ormai un concetto antico che appartiene solo a quelli che hanno necessità di affermarsi perché non riconosciuti, non visibili, imporre ed imporsi non è utile all’azienda, ma soprattutto non è utile a se stessi. Un complimento, un grazie, una parola di conforto o un abbraccio, anche un semplice sguardo, può far volare il tuo gruppo, la tua azienda.

*Guido Cristofaro

*Vice Presidente NetCom Group S.p.A.

(I-TALICOM)