AMSTERDAM – Airbus SE[1] (AIR) ha siglato l’emendamento al contratto A400M con l’OCCAR, l’organizzazione congiunta di cooperazione in materia di armamenti, con sede a Bonn (Germania), che gestisce il programma multinazionale per conto delle sette nazioni clienti di lancio: Germania, Francia, Regno Unito, Spagna, Turchia, Belgio e Lussemburgo. La firma del contratto segna la conclusione delle discussioni tra le due parti sul Global Rebaselining del programma A400M, iniziate a marzo 2017.

“L’obiettivo generale del Global Rebaselining – tanto per Airbus quanto per OCCAR e le nazioni clienti – era quello di ristabilire una base contrattuale sostenibile e garantire una adeguata esecuzione del programma A400M”, ha dichiarato Dirk Hoke, Chief Executive Officer di Airbus Defence and Space. “Desidero ringraziare i nostri clienti per il loro impegno e supporto durante le discussioni intercorse negli ultimi due anni. Questa nuova situazione contribuirà inoltre a sostenere i nostri sforzi per esportare l’A400M in tutto il mondo”.

Con l’emendamento del contratto, Airbus, l’OCCAR e le nazioni clienti hanno concordato quanto segue:

1. Nuovo piano di sviluppo delle capacità

Sulla base di questo nuovo piano, Airbus fornirà tutte le capacità concordate secondo un programma aggiornato, del quale darà piena visibilità alle nazioni clienti per una migliore pianificazione delle loro operazioni e impegni. I primi elementi di questa nuova pianificazione sono già stati implementati con la consegna di capacità tattiche che consentono alle nazioni clienti di operare vari profili di missione in tutto il mondo.

2. Nuovo calendario di produzione

Tutte le parti hanno concordato di estendere il piano di produzione dell’A400M mantenendo i tempi contrattuali del programma fino al 2030. Il nuovo calendario di consegna della produzione risponde alle aspettative delle nazioni clienti e riduce significativamente l’esposizione finanziaria. Inoltre, il nuovo piano di consegna consente di adeguare il tasso di produzione del programma A400M in modo da soddisfare gli ordini di esportazione nei prossimi anni.

3. Nuovo calendario di retrofit

Il nuovo accordo di retrofit con le nazioni clienti implementerà lo standard contrattuale raggiunto e le capacità associate a tutti gli aeromobili A400M consegnati. Questo nuovo accordo ridurrà al minimo i tempi di fermo degli aeromobili, così da soddisfare le aspettative dei clienti, ottimizzando al contempo il processo di retrofit per Airbus.

4. Nuove condizioni finanziarie

Airbus, OCCAR e le nazioni clienti hanno concordato l’implementazione di un aggiornato sistema di incentivazione finanziaria. Questo nuovo schema tiene conto del raggiungimento delle capacità già implementate negli aeromobili in servizio, pur mantenendo un incentivo a finalizzare lo sviluppo degli standard contrattuali convenuti.

Inoltre, è stata concordata una compensazione significativa in termini di prodotti e servizi in sostituzione degli obblighi finanziari maturati a causa di precedenti consegne effettuate in ritardo. Ciò fornisce sia ai clienti che all’industria un’opportunità per migliorare congiuntamente la piattaforma A400M.

“Le trattative con i nostri clienti riguardo il Global Rebaselining del programma A400M avevano già prodotto i primi risultati tangibili nel 2018. Mediante la firma dell’emendamento al contratto, Airbus si impegna pienamente a proseguire su questa strada positiva e continuare a fornire ai clienti attuali e futuri dell’A400M l’aeromobile da trasporto militare più potente e tecnologicamente avanzato attualmente disponibile sul mercato”, ha dichiarato Dirk Hoke.

[1] agendo attraverso la sua controllata Airbus Military S.L.

(I-TALICOM)