Una domanda che in molti si fanno è – ma cosa potrà fare di veramente utile l’intelligenza artificiale per il mio lavoro? Domanda che rimbalza soprattutto per le aziende del commercio e terziario in contesti di piccola dimensione in cui le attività vengono ancora gestite manualmente, e che oggi vivono la trasformazione digitale come il rischio di perdere fatturato a favore dei colossi come Amazon.

Ma ci sono anche delle “Amazon” nostrane: Farmakom, per esempio, società leader in Italia nella creazione di eCommerce per la farmacia e parafarmacia. In un’era di grandi cambiamenti, dove il commercio è oramai omnicanale e non c’è più distinzione tra online e offline, più di 250 farmacie hanno creato il loro ecommerce con l’azienda che ha deciso di fare un passo ulteriore per rendere la farmacia più accessibile a tutti, h. 24, ed il lavoro più semplice per i suoi farmacisti: Consentire l’ecommerce via voce guidato dall’intelligenza artificiale.

L’anteprima – prima del genere per l’Italia – è stata presentata a Pharmexpo, il dodicesimo salone dell’Industria Farmaceutica a Napoli. Per realizzare la propria visione di farmacia intelligente – punto vendita + ecommerce accessibile – Farmakom ha siglato un accordo di partnership con LIFEdata, azienda italiana di intelligenza artificiale, specializzata in Intelligenza Artificiale Voice per l’Omnicanalità, che vanta tra i propri clienti aziende come il Gruppo Johnson & Johnson.

“Molte aziende in Italia fanno ancora scarso uso del digitale, rischiando sempre più di essere “AMAZON-izzate” e sostituite dalle piattaforme digitali – spiega Omar Fogliadini, managing partner di LIFEdata – Lo sviluppo di sistemi di Intelligenza Artificiale Voice permette alle PMI di competere sul mercato digitale con gli stessi strumenti: Questo è un po’ anche il manifesto di LIFEdata che porta l’intelligenza artificiale nei territori in collaborazione con le organizzazioni di settore, memori della lezione di un grande imprenditore italiano, Adriano Olivetti, secondo cui bisogna fondare la strategia dell’impresa sul riconoscimento delle specificità del territorio in cui è radicata e opera, per aprirsi alle sfide planetarie”.

LIFEdata è una startup, che in pochi mesi è riuscita ad affermarsi in uno dei settori che è considerato tra i più promettenti per chi fa innovazione: quello dell’intelligenza artificiale a controllo vocale, lo stesso in cui stanno investendo colossi come Google, Amazon, Apple e Microsoft. Lo sviluppo di soluzioni innovative in ambito B2B ha permesso a LIFEdata di crescere rapidamente che ha scelto un modello di sviluppo di imprenditoria diffusa del territorio con l’apertura di un equity crowdfunding che dà la possibilità a tutti di investire nel mega trend del futuro sulla piattaforma CrowdfundMe.

(I-TALICOM)